mercoledì 7 settembre 2011

La vecchia cascina


La vita fugge, non cercare dunque 
più di quanto ti offre la gioia del momento 
e affrettati a goderla
                                                      Stendhal

20 commenti:

  1. tanta bellezza! mi fa sognare mi trovo in un altro tempo...

    RispondiElimina
  2. Wonderful quote with a great photo.

    RispondiElimina
  3. What wonderful advice and what a beautiful picture.

    RispondiElimina
  4. Condivido il pensiero di Stendhal e complimenti per lo scatto

    RispondiElimina
  5. Very nice shot with lovely colors....
    nice work Elettra.

    Ciao, Joop

    RispondiElimina
  6. Hi B.S., che bella foto Elettra, anche se questa cascina è un rudere non ha perso il potere di dominare dall'alto ciò che la circonda, mi da un senso di imponente orgoglio!

    RispondiElimina
  7. mi piace sopratutto per il contrasto dei colori!

    RispondiElimina
  8. Beautiful! I love these photos!

    RispondiElimina
  9. Bella foto di fine estate, ciao, Arianna!

    RispondiElimina
  10. Bella immagine ed eccellente massima. Per le scritte sui muri concordo assolutamente con te!

    RispondiElimina
  11. ciao cara, la foto rispecchia la tua grande amore verso quel paesaggio calmo. Mi piace accompagnarti nelle tue passeggiate.
    Baci e buona notte

    RispondiElimina
  12. Assolutamente vero: cogli l'attimo, non si ripeterà più.
    Quanta tristezza, in una cascina abbandonata e ridotta ad un rudere, lo scatto però è super!
    Ciao, buona notte.

    RispondiElimina
  13. che superba dignità..questo rudere!
    Mi piace molto nella sua limpidezza di colori e la frase la trovo particolarmente efficace per tutti noi. ciaooo

    RispondiElimina
  14. Quanta vita sarà passata in quel rudere...
    Foto bellissima sottolineata dalle parole di Stendhal e dalla melodia del Vecchio scarpone.

    RispondiElimina
  15. Sagge parole cara Elettra.
    Anche un vecchio rudere può essere bellissimo. Basti pensare al suo passato splendore,
    vecchio scarpone quante volte lo cantato, nella mia gioventù buona giornata
    Tiziano

    RispondiElimina
  16. Ciao Elettra, i vecchi sassi custodiscono la memoria del tempo. Quando li sfiori con una carezza puoi sentire i loro sussurri che si disperdono nel vento. Complimenti. A presto.

    RispondiElimina
  17. Ciao Elettra,
    molto bella per composizione e cromie.
    Ma la parte sinistra come mai è così strana?

    Ciao a presto
    Paolo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...