sabato 8 dicembre 2018

Irradiata dalla luce

Benvenuti  nell'ottava finestra del Calendario del Focolare dell'Anima 2018 promosso e ideato dall'amica  Sciarada del blog Anima Mundi

 

Indovinate quale scena si cela dietro i raggi luminosi


La soluzione la troverete domani con la nona finestra del calendario in questo post


Buona festa dell'Immacolata e buon Avvento!!!!


Finestra del 9 dicembre


" Tutto sudato, colle mani un po’ tremanti, si imbacuccò ben bene in uno scapolare, per prudenza, e scesero in istrada. Non c’era anima viva. Sul terrazzo del Collegio una mano ignota aveva spento finanche il lampione dinanzi alla statua dell’Immacolata: una cosa da fare accapponar la pelle, quella sera! Egli allora si sentì stringere il cuore da una tenerezza insolita, pensando alla casa e ai parenti. "


                                                                     Mastro-don Gesualdo
                                                    Giovanni Verga


Vergine santa, Immacolata e bella circondata dai pastorelli in preghiera

Grazie a tutti per la partecipazione e complimenti a Mirtillo che si è avvicinata di più alla soluzione!!!!

Un pensiero ai ragazzi che hanno perso la vita a Corinaldo

Passo il testimone ad Albert di Non solo città


giovedì 8 marzo 2018

" La Testa di Basilea "


La Testa di Basilea è un'opera di bronzo esposta nel museo archeologico di Reggio Calabria. Si tratta di una testa di statua maschile rinvenuta nel 1969 in località Porticello, presso Villa San Giovanni, nel corso delle operazioni di recupero di un relitto che trasportava , oltre al carico commerciale di anfore per derrate alimentari , un complesso di manufatti in bronzo, consistente in diversi frammenti di statue. L'appellativo di Testa di Basilea deriva dall'acquisizione del manufatto da parte dell'Antikemuseum della città elvetica. Successivamente l'opera venne restituita al governo italiano, in quanto risultata oggetto di un trafugamento illegale da parte di clandestini all'epoca della scoperta del relitto. Nota anche come Testa di Porticello B , la sua valutazione stilistica è resa difficoltosa dalla forte aggressione chimica cha ha subito la patina bronzea originaria a causa di un maldestro trattamento di pulitura con reattivi chimici aggressivi e dall'esecuzione di un calco. La testa, frutto di un'intenzionale frammentazione di statue per ricavare materiale da rifondere, doveva appartenere ad una statua di divinità o di un personaggio d'alto rango in età matura, nelle dimensioni più grandi del vero. La visione del profilo, sebbene compromessa da diverse deformazioni, suggerisce un aspetto severo e maestoso che insieme ai tratti stilistici , quali capelli ricci inanellati e ornati da una benda liscia, i profili netti delle arcate sopraccigliari e del naso, la barba modellata in forma raccolta, fanno supporre che l'opera sia stata realizzata sotto l'influsso di correnti artistiche attiche o peloponnesiache e sia cronologicamente inquadrabile nello stile tardo-severo, metà del V secolo a.C. circa. Gli occhi sono andati perduti, ma certamente insieme alle labbra , il cui colore rosso attuale è conseguente alla totale spatinatura, dovevano conferire al volto un vivace effetto coloristico.

sabato 27 gennaio 2018

LA PAISIBLE AWARD, PREMIO AUDREY HEPBURN

Grazie Sciary per

 LA PAISIBLE AWARD, PREMIO AUDREY HEPBURN  

pensato da Mariella del blog Doremifa-sol, libri e caffé per il 25° anniversario della morte di Audrey Hepburn avvenuta il 20 gennaio 1993.

Fiori di Audrey Hepburn - olio su tela - 1969 - proprietà di Sean Hepburn Ferrer

"Voglio scoprire cos'è la felicità e che cosa valga invece la sofferenza. E voglio scoprire perché gli uomini vanno in guerra e che cosa provano davvero in fondo al cuore quando essi pregano Dio.
E voglio scoprire cosa uomini e donne sentano quando dicono di amare e quanti peccati facciamo e quanta gente inganniamo e perché tutto finisce nella morte."

 Audrey Hepburn
                           interpretando Natascia Rostova in Guerra e Pace

Sciary spiega come Audrey Hepburn visse l'adolescenza durante la Seconda Guerra Mondiale e mi unisco a lei nel celebrare con questo premio La Giornata della Memoria e passo il premio a:

Claudia - Fantasie luccicanti
Gianna - Gianna: Il bene in noi
Graziana - Attimi
Johakim - LA CROCE DEL SUD
Sari - Voce di vento

venerdì 8 dicembre 2017

Buona Immacolata a tutti!


Chi potrebbe descrivere il tuo splendore?
Chi potrebbe raccontare il tuo mistero?
Chi sarebbe capace di proclamare la tua grandezza?
Tu hai ornato la natura umana,
tu hai superato le legioni angeliche…
tu hai superato ogni creatura…
noi ti acclamiamo: salve, o piena di grazia!

                                                                  Sofronio di Gerusalemme


Frase ( 3, 2, 5, 14, 2, 6, 1, 7, 2, 6 )

Secondo gioco del Calendario dell'Avvento del Focolare dell'Anima, domani la soluzione in questo post con la nona finestra.

Buona festa dell'Immacolata!!!


Sabato 9 dicembre 2017

Nona finestra del Calendario dell'Avvento del Focolare dell'Anima 


Per + la prima immagine = Per la festa
Del + la seconda immagine = Dell'Immacolata 
La terza immagine + E = Il presepe E 
La quarta immagine = L'albero di Natale 

Soluzione : Per la festa dell'Immacolata il presepe e l'albero di Natale

Brava Sari ti sei avvicinata moltissimo!!! 

Il Presepe 

Natale. Guardo il presepe scolpito
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.


Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.


Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure in legno ed ecco i vecchi
del villaggio e la stalla che risplende,
e l’asinello di colore azzurro...


Salvatore Quasimodo

Lasciate che i bambini vivano un sogno ad occhi aperti. Luci, colori, angeli e frutta colorata da appendere all’albero di Natale. Per una notte o forse qualcuna in più si potrà costruire un mondo più luminoso, immaginare cose belle, tuffarsi in atmosfere mozzafiato. Queste sono le piccole cose grandi che, porteremo nel cuore da adulti, per essere un po’ più sorridenti, un po’ più felici.

Stephen Littleword


Passo il testimone a Maurizio del blog CARTATADIRESCHE

venerdì 1 dicembre 2017

Tornar bambini a Natale

Ho il piacere di inaugurare la quarta edizione del Calendario dell'Avvento del Focolare dell'Anima  ideato dall'amica Sciarada e lo faccio in modo semplice con un ritorno al passato.
Buon Avvento a tutti!!!


" ...è bene tornar bambini qualche volta e non vi è miglior tempo che il Natale, allorché il suo onnipotente fondatore era egli stesso un bambino... "

Charkes Dickens


1925


1952


1954

Passo con felicità il testimone a Mirtillo del blog Mirtillo14-camminando

lunedì 13 novembre 2017

Autunno

Cadete foglie, cadete fiori e svanite,
notte distenditi, accorciati giorno,
ogni foglia mi parla di pace soave 
staccandosi con un sussurro dall’albero autunnale. 

                                                                                                                       Emily Brontë




domenica 22 ottobre 2017

Reggio Calabria!!!



La Natura Divina ci ha dato la campagna, l’arte umana ha costruito le città.

                                                         Marco Terenzio Varrone

giovedì 5 ottobre 2017

La chiesa di Santa Maria Annunziata,interni.

La chiesa di Santa Maria Annunziata è conosciuta anche come chiesa degli Ottimati, l'attuale edificio ha una pianta a croce a tre navate , di pregio il pavimento musivo cosmatesco, le quattro antiche colonne marmoree, l'altare maggiore settecentesco e il cinquecentesco dipinto dell'annunciazione di Maria Vergine opera del fiorentino Agostino Ciampelli che sostituì un'immagine mariana preesistente bruciata durante un'incursione turca del 3 settembre 1594.











venerdì 18 agosto 2017

Antichità

L'unico pezzo rimasto dell'antica cornice del quadro della Madonna della Consolazione di Reggio Calabria oggi conservato nel museo diocesano.

giovedì 13 aprile 2017

" L'ultima cena "


In quella sera, Gesù si commosse profondamente e dichiarò: " In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà ". I discepoli si guardarono gli uni gli altri, non sapendo di chi parlasse. Ora, uno dei discepoli, quello che Gesù amava, si trovava a tavola al suo fianco. Simon Pietro gli fece un cenno e gli disse: " Domandagli: chi è colui a cui si riferisce? ". Ed egli, reclinandosi così sul petto di Gesù, gli disse: " Signore, chi è? ". Rispose allora Gesù: " E' colui per il quale intingerò un boccone e glielo darò". Ed intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda Iscariota, figlio di Simone. E allora, dopo quel boccone, Satana entrò in lui. Gesù, quindi, gli disse: "Quello che devi fare, fallo al più presto ". Nessuno dei commensali capì perchè gli aveva detto questo; alcuni infatti pensavano che, tenendo Giuda la cassa, Gesù gli avesse detto:
" Compra quello che ci occorre per la festa ", oppure che dovesse dare qualche cosa ai poveri. Preso il boccone, egli uscì subito. Ed era notte. Quand'egli fu uscito, Gesù disse: " Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e anche Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete, ma come ho già detto ai Giudei, lo dico anche a voi: dove vado io, voi non potete venire "... Gli domandò Simon Pietro: " Signore, dove vai? ". Gli rispose Gesù: "Dove vado io, per ora, tu non puoi seguirmi; mi seguirai più tardi ". Pietro disse: " Signore, perchè non posso seguirti ora? Darò la mia vita per te! ". Rispose Gesù: " Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: non canterà il gallo due volte, prima che tu non m'abbia rinnegato tre volte ".
Dal Vangelo di Giovanni 13-21-33-36-38

mercoledì 29 marzo 2017

La giornata era fredda ma luminosa...


“La giornata era fredda ma luminosa, il paesaggio nitido: gli alberi, i campi, le rocce davano l’impressione di una gelida fragilità, come se un colpo di vento o un urto potesse frantumarli in un suono di vetro."
Leonardo Sciascia - Scene mediterranee
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...